Progettato e presentato dall’azienda italiana Piaggio, “Gita” è un robot che cammina da solo e che segue il suo proprietario ovunque esso vada, ad una velocità di massimo 35 km/h trasportando carichi di ogni tipo.

Dalla spesa ai libri di scuola, “Gita” è quindi una sorta di facchino personale, con tanto di videocamera 3D incorporata.

Nato dall’innovazione e l’avanguardia dei laboratori “Piaggio Fast Forward”, un centro tecnologico aperto nel 2015, il robot nasce con il fine di semplificare la vita delle persone, che potranno trasportare merci di ogni tipo in completa autonomia.

“Gita”, il robot-trolley in grado di rendervi la vita più “leggera”

“Gita” il robot personale progettato nel centro di ricerca americano della società famosa per la “Vespa” è stato appositamente creato per aiutarvi trasportare qualsiasi tipo di carico di piccole dimensioni, come, appunto, la spesa, i libri di scuola, ma anche la borsa della palestra.

Questo piccolo robot dalla forma sferica è il connubio perfetto tra un robot e un trolley: è dotato di un motore a funzionamento elettrico e ha numerosi sensori incorporati, che gli permettono di seguire il proprietario in modo agile e veloce ed evitando ostacoli e pericoli, proprio come un essere umano. “Gita” è alto soli 66 cm ed è in grado di trasportare carichi di peso massimo di 20 kg. Per quanto riguarda la velocità, il robot può muoversi ad un massimo di 35 km/h, velocità che gli consentirà di seguirvi anche se vi spostate in bici.
“Gita”: funzionalità ed autonomia

Il robot-trolley non ha necessariamente bisogno dell’attenzione del proprio proprietario. Grazie ai suoi sensori e al suo sistema hi-tech interno, “Gita” è in grado non solo di evitare ostacoli, ma ha anche la capacità di mappare i percorsi e gli ambienti.

Questo oggetto tecnologico è infatti provvisto di un personale navigatore, che permette al piccolo robot di mappare gli ambienti che frequenta attraverso un modello del territorio in 3 dimensioni. “Gita” riesce infatti a catturare le immagini degli ambienti che frequenta attraverso una piccola fotocamera, che dovrà essere posizionata sulla cintura del suo proprietario. Questa, permetterà al robot di muoversi autonomamente seguendo il suo padrone e di scansionare l’ambiente prima di percorrerlo, evitando così gli ostacoli presenti sul percorso.

Il robot si servirà inoltre di Google Maps e sarà in grado di inviare segnalazioni e notifiche allo smartphone del proprietario in caso di imprevisti. “Gita” sarà inoltre provvisto di scanner per le impronte digitali.

I robot semoventi saranno di uso comune nel prossimo futuro?

“Gita”, l’innovativo apparecchio semovente che segue le orme del proprietario trasportando per lui ogni tipo di piccolo carico, non è il primo robot autonomo dedicato al trasporto di oggetti.
In passato infatti, un prototipo di dispositivo semovente pensato per trasportare pesi era già stato prodotto da una società israeliana, che, però, ha deciso di non metterlo in produzione, almeno non per il momento. È quindi chiaro che l’idea di mettere in vendita robot semoventi è sempre più concreta, non solo per la Piaggio, ma anche per altre aziende di rilevanza internazionale.

L’istituto di Sant’Anna situato a Pisa in Toscana ha infatti ideato, nel 2009, “DustBot”, un piccolo robot semovente dedicato alla raccolta di rifiuti nei piccoli paesi medievali.
Per quanto riguarda la messa in commercio di “Gita”, il piccolo robot è stato presentato ufficialmente, e presto sarà possibile conoscerne il costo e la disponibilità.

 

http://www.digital-cinema.it/wp-content/uploads/2017/02/gita-autonomous-robot.jpghttp://www.digital-cinema.it/wp-content/uploads/2017/02/gita-autonomous-robot-150x150.jpgRedazioneTecnologiaProgettato e presentato dall'azienda italiana Piaggio, 'Gita' è un robot che cammina da solo e che segue il suo proprietario ovunque esso vada, ad una velocità di massimo 35 km/h trasportando carichi di ogni tipo. Dalla spesa ai libri di scuola, 'Gita' è quindi una sorta di facchino personale, con...Tecnologia Digitale