Ridere e mandare messaggi.

Tra i molti gadget per la casa che sono stati inventati, ve ne sono alcuni di davvero particolari. Per esempio gli auricolari Pantronics, che permettono di ascoltare musica ed effettuare chiamate. Oltre a queste funzioni basilari per ogni tipologia di auricolari, quelli Pantronics avranno modo di controllare le espressioni facciali di chi li indossa. In questo modo è possibile controllare le funzioni degli auricolari stessi ridendo. Una persona che indossa questi auricolari sorride?

Ed ecco che viene inviato un SMS. La faccia diventa più triste? Ecco che una chiamata termina. Non si tratta di un progetto completamente nuovo, né di una visione che nella sua tendenza verso il futuro rischia di diventare irrealizzata. Si tratta di una realtà già ben presente sul mercato della tecnologia moderna, ma comunque aperta ad altre innovazioni.

Gli auricolari con delle funzioni più avanzate sono in corso di sperimentazione. L’idea appartiene al Fraunhofer Institute for Computer Graphics Research tedesco, il cui ricercatori hanno messo a punto un meccanismo in grado di controllare dei dispositivi semplicemente muovendo i muscoli facciali.

Varie soluzioni.

Tra tutte le funzioni attivabili muovendo i muscoli facciali ce ne sono alcuni di davvero curiosi. Basti pensare alla possibilità di aprire una pagina di Google, Wikipedia o Youtube alzando il sopracciglio destro o quello sinistro a seconda del caso.

Si vuole alzare il volume della musica? Si alza muove l’orecchio destro. Si vuole abbassare il volume? Ecco che vi è necessità di muovere l’orecchio sinistro. Sembra magia, eppure non si tratta di niente del genere. Semplici elettrodi, posizionati nell’auricolari, in grado di percepire i movimenti del volto.

Dopo aver colto il segnale percettivo viene cambiata una funzione, immesso un comando oppure spento l’auricolare. Comodo, facile e veloce. Al momento sul mercato sono presenti soltanto dei prototipi, la cui precisione di funzionamento ruota intorno al 90%. Una bella cifra considerando che gli auricolari sono stati testati in situazioni vicine alla realtà.

L’ampliamento delle funzioni.

Ora come ora il dispositivo è in grado di rilevare soltanto 5 movimenti del volto, tra cui il sorriso, una strizzatina d’occhio, l’apertura della bocca, il giramento del capo a destra e la pronuncia “shhh”. L’apertura dei nuovi orizzonti su questo fronte si stima già negli a venire.

Il progetto dovrà essere più completo e le funzioni ampliate. La relazione tra i movimenti muscolari umani e le funzioni automatiche dei dispositivi elettronici può davvero essere un’importante evoluzione tecnologica. Tuttavia vi è ancora molto lavoro da fare e tanti investimenti da compiere.

L’ampliamento delle funzioni di auricolari simili sono, certamente, la strada verso il futuro che già oggi si apre sia dinnanzi ai ricercatori, che davanti ai semplici utenti di tali prelibatezze elettroniche. Alla fine dei conti l’umanità potrebbe avere a propria disposizione un modo completamente nuovo e comodo per comunicare con gli altri via telefono senza nemmeno utilizzare le mani.

http://www.digital-cinema.it/wp-content/uploads/2017/05/1472768806_WIRED_SHOWSTOPPER-24-1024x606.jpghttp://www.digital-cinema.it/wp-content/uploads/2017/05/1472768806_WIRED_SHOWSTOPPER-24-150x150.jpgRedazioneTecnologiaRidere e mandare messaggi. Tra i molti gadget per la casa che sono stati inventati, ve ne sono alcuni di davvero particolari. Per esempio gli auricolari Pantronics, che permettono di ascoltare musica ed effettuare chiamate. Oltre a queste funzioni basilari per ogni tipologia di auricolari, quelli Pantronics avranno modo di...Tecnologia Digitale